• Alfredo Saggioro

ENZIMI E PROBIOTICI - QUANDO USARLI A SOSTEGNO DELL'APPARATO DIGERENTE E DEL FEGATO


Il fegato è parte integrante del sistema gastrointestinale. Anche per questo motivo, non è una sorpresa, che sintomi riferibili a problemi di digestione possano frequentemente appartenere a persone con problemi cronici di fegato . Molti ricercano attraverso prodotti di automedicazione di dare sollievo ai disturbi del tratto digestivo utilizzando integratori a base di enzimi e probiotici, senza realizzare veramente cosa siano, a cosa servano e, soprattutto, che si tratta di due classi distinte di sostanze.

Il fegato e la digestione

Noi mangiamo cibo, ma il nostro sistema digestivo non assorbe il cibo: assorbe nutrienti.

Il cibo che noi mangiamo deve essere distillato nei singoli nutrienti che poi vengono ulteriormente raffinati e disintossicati nel fegato. Proprio per questo motivo i nutrienti che noi ricaviamo dal cibo sono cruciali per la dalute del nostro fegato.

Fino al 90 per cento del sangue che lascia lo stomaco e l'intestino, attraverso la vena porta, trasporta importanti sostanze nutritive al fegato dove vengono convertite in sostanze che il corpo può utilizzare. Il fegato svolge molte attività metaboliche per trasformare carboidrati, proteine, grassi e minerali che servono a mantenere le funzioni normali dell’organismo.

Uno dei modi in cui il fegato è coinvolto nella digestione è attraverso la produzione di bile:

  • Nel fegato le cellule (epatociti) producono bile.

  • La bile, attraverso i dotti biliari viene trasportata nella cistifellea dove viene concentrata e conservata.

  • Sotto stimolo ormonale, nel momento della digestione, viene liberata nel duodeno per emulsionare le macro-particelle di grasso.

  • La bile trasforma queste particelle in molecole più piccole, che vengono più facilmente digerite.

I soggetti con alterazioni della funzione epatica possono quindi soffrire di malnutrizione a diversi livelli.

L’esempio più clamoroso è la cirrosi, nella quale le cellule epatiche sono sostituite da tessuto cicatriziale.

Per questi motivi l’obiettivo da raggiungere per portare aiuto a queste persone è quello di aiutarle a avere una digestione completa e quindi un assorbimento dei nutrienti alimentari.

Che sia o no presente una malattia cronica del fegato, è sempre possibile ottenere una digestione salutare e un assorbimento ottimale dei nutrienti assumendo dei supplementi di enzimi digestivi e di probiotici.

Cosa sono i probiotici

Elementi essenziali di una buona salute, i probiotici sono batteri che si trovano nel tratto digestivo e che:

  • Inibiscono la crescita di batteri dannosi.

  • Promuovono la salute della digestione.

  • Migliorano le funzioni immunitarie.

Questo delicato equilibrio della flora batterica nell’intestino può venire alterato da molti fattori che comprendono:

  • Cloro e fluoro (presenti nell’acqua potabile proveniente dal rubinetto)

  • Antibiotici (che uccidono i batteri “buoni” assieme a quelli “cattivi” spesso alterandone l’equilibrio)

  • Pillole contraccettive.

  • Bevande alcoliche.

  • Stress.

Quanto la nostra flora batterica benefica viene distrutta da uno qualsiasi di questi fattori, si verifica una sovra crescita dei batteri e dei lieviti dannosi.

I sintomi più frequenti di questo disequilibrio che si viene a creare possono comprendere stanchezza cronica, facilità ad ammalarsi, aumento dei gas addominali, borborigmi, alitosi, feci eccessivamente maleodoranti, stipsi, diarrea, e ridotto assorbimento dei nutrienti.

Un'integrazione con probiotici vitali può ristabilire l'equilibrio batterico intestinale.

Cosa sono gli enzimi digestivi

Gli enzimi digestivi sono prodotti chimici, in genere proteici, prodotti dall’organismo nel pancreas, digiuno e intestino tenue, ghiandole salivari e stomaco, anche se piccole quantità possono anche essere presenti in altri organi come esofago, fegato, ovaie, ecc. Quando noi mangiamo del cibo, il nostro sistema digestivo, perché avvenga l’assorbimento, richiede che il cibo stesso venga frammentato nei singoli nutrienti.

Gran parte degli esperti è concorde che la produzione di enzimi digestivi rallenta dopo i trent’anni, e questo comporta che anche coloro che seguono “la miglior dieta” possono avere difficoltà a ottenere una nutrizione adeguata.

Gli enzimi digestivi sono proteine specializzate a ottenre la degradazione di uno specifico tipo di alimento: le lipasi digeriscono i grassi, le amilasi i caboidrati e le proteasi le proteine. Molti professionisti raccomandano di assumere regolarmente lipasi a quei soggetti nei quali la colecisti è stata rimossa (colecistectomia) per aiutare il loro fegato a scomporre i grassi – un lavoro fatto precedentemente dalla bile contenuta nella colecisti.

Alcune delle indicazioni per le quali potrebbe essere utile assumere supplementi di enzimi per aiutare l’organismo a trasformare il cibo in nutrienti pronti all’assorbimento, comprendono:

  • Presenza di gas e gonfiore addominale dopo i pasti.

  • Sensazione di pesantezza epigastrica post-prandiale.

  • Sensazione di ripienezza precoce dopo l’inizio di un pasto.

  • Evidenza di frammenti di cibo indigerito nelle feci.

  • Presenza di feci che galleggiano o di residui oleosi dopo la defecazione.

Un'integrazione con enzimi digestivi aiuta la parte metabolica della digestione, fornendo al corpo i nutrienti necessari per la propria salute. Inoltre, gli enzimi digestivi possono anche ridurre l’ispessimento del sangue da depositi di fibrina, sbloccando così il microcircolo. Questo effetto ha un impatto positivo nel sostenere la capacità del fegato di sintetizzare e disintossicare.

Enzimi o Probiotici?

Per il fatto che ci sono così tante somiglianze di effetti, può essere difficile scegliere tra enzimi o probiotici e cercherò pertanto di dare qualche minimo consiglio:

Quei soggetti con problemi digestivi, che hanno recentemente assunto antibiotici, o che ritengono di trovarsi sotto stress estremo, o che si ammalano frequentemente, possono particolarmente beneficiare assumendo probiotici.

Quelli con problemi digestivi che hanno problemi dopo aver mangiato, presentano cibo non digerito nelle loro feci o sono chiaramente malnutriti nonostante un’alimentazione sana, possono trovare sicuramente beneficio da un'integrazione con enzimi digestivi.

Tuttavia, molti soggetti con disturbi gastrointestinali e contemporanea epatopatia cronica possono trovare beneficio dall’assumere probiotici ed enzimi digestivi insieme.

Anche se queste sostanze sono molto differenti tra loro, il loro uso frequentemente corre parallelo.

In tutti i soggetti che vogliono migliorare la loro salute intestinale mentre trattano una malattia cronica del fegato, il fatto di sostenere il fegato e l’apparato digerente simultaneamente con approcci diversi (come probiotici ed enzimi digestivi) tende a produrre risultati superiori.

Sono considerazioni semplici e molto di base, le problematiche reali sono in realtà molto più complesse, ma, per queste, vo consiglio di rivolgervi al vostro medico o a un professionista di Medicina Funzionale.

Per saperne di più:

http://truhealth.com/2013/02/19/the-difference-between-enzymes-vs-probiotics/, The Difference Between Enzymes vs Probiotics, Retrieved November 6, 2014, Tru Health, 2014.

http://whole9life.com/2012/09/digestive-enzymes-101/, Everything You Ever Wanted to Know About Digestive Enzymes, Retrieved November 8, 2014, Whole9, 2014.

http://www.drdavidwilliams.com/whats-the-difference-between-a-probiotic-and-a-digestive-enzyme-1/, What’s the Difference Between a Probiotic and Digestive Enzyme?, Dr. David Williams, Retrieved November 6, 2014, Dr.DavidWilliams.com, 2014.

http://www.innerbody.com/image_digeov/card10-new2.html#full-description, Liver, Tim Taylor, Retrieved November 8, 2014, Innerbody.com, 2014.

http://www.livestrong.com/article/294750-the-differences-between-probiotics-digestive-enzymes/, The Differences Between Probiotics and Digestive Enzymes, Kristin Hendrickson, Retrieved November 6, 2014, Demand Media Inc., 2014.

http://www.naturalnews.com/026909_enzymes_digestive_health.html, Digestive Enzymes are Important for Health and Longevity, Tony Isaacs, Retrieved November 8, 2014, Natural News Network, 2014.

http://www.nlfindia.com/patients/diet_nutrition.asp, Anatomy & Physiology of the Liver, Retrieved November 8, 2014, National Liver Foundation, 2014.

http://www.ojaihealers.com/what_is_homeopathy/, Probiotics and Digestive Enzymes, Retrieved November 6, 2014, ojaihealers.com, 2014.

Buona salute!

Alfredo Saggioro, MD

Chiara Saggioro, D.Sci., Ph.D.


0 visualizzazioni

CONTATTACI PER UN APPUNTAMENTO

Prof. ALFREDO SAGGIORO

Gastroenterologia, Epatologia, Medicina Interna, Medicina Funzionale

 

Dr.ssa CHIARA SAGGIORO

chiara.saggioro@medicinafunzionale.org

Biologa  D.Sci., Ph.D. 

Nutrizionista  Funzionale

PER CONSULENZE CON LA DOTT.SSA SAGGIORO SCIVERE DIRETTAMENTE ALLA SUA MAIL 

PER APPUNTAMENTI PROF. SAGGIORO:

 

CENTRO DI MEDICINA

Viale Ancona 5

Mestre Tel. 0415322500

Treviso Tel. 0422698111


CENTRO MARCONI DUE

Bologna 

Tel. 348.7122608

dalle 10 alle 14 (eventualmente lasciando sms)

STUDIO SIMONACCI

Roma 

Tel.  348.7122608

dalle 10 alle 14 (eventualmente lasciando sms)

BIO-ZONE

Acireale (CT)

Tel. 3205512583

Seguimi su:

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • w-blogger
  • w-rss

© 2023 by Taylor.R. Proudly created with Wix.com