• Alfredo Saggioro

ALIMENTAZIONE CORRETTA SEMPRE...E CONTRO LE MALATTIE


In poche parole cercherò di esprimere quello che è importante per la salute del nostro organismo e che serve per contrastare le malattie:

Attraverso una corretta alimentazione si può aiutare il proprio organismo a mantenersi in forma: per la prevenzione di disturbi patologici cronici, come diabete, ipertensione ed obesità, malattie cardiovascolari, ictus, patologie degenerative e autoimmuni e cancro una dieta sana ed equilibrata è senza dubbio essenziale.

L'obiettivo cruciale non è, comunque, soltanto quello di alimentarsi in maniera corretta per prevenire le malattie: l'uomo dovrebbe sempre assicurare all'organismo una dieta bilanciata all'insegna del benessere, sia psicologico sia fisico.

Infatti, un corretto regime alimentare può essere d'aiuto nella prevenzione di disturbi patologici, ma è assolutamente necessario per contrastare gli effetti dell'invecchiamento, per combattere i radicali liberi, rafforzare il sistema immunitario [...]; in una parola: alimentazione corretta è sinonimo di protezione e mantenimento della salute.

Cosa siamo

Siamo un organismo ospitato da una popolazione di organismi viventi, virus, batteri e funghi che in termini di cellularità sono circa 10 volte più numerosi delle cellule del corpo umano, possiedono circa 300.000 geni attivi (contro i nostri 27.000) e producono circa 15.000 enzimi, anche qui 10 volte di più di quelli che produciamo noi.

Abitano ovunque, sulla pelle e sulle mucose, cioè sulle barriere interposte fra noi e il mondo esterno, ma alcuni di questi, i più infidi, anche all’interno del nostro organismo. Sono peraltro essenziali e, essendo in gran parte all’interno dell’apparato digerente, producono vitamine per noi, digeriscono per noi, regolano per noi il sistema immunitario e, quelli “buoni”, contrastano la crescita di quelli cattivi in grado non solo di determinare infezioni, ma anche di trasformare proteine alimentari in sostanze cancerogene o pro-infiammatorie.

Da questo primo equilibro derivano messaggi importanti per la nostra salute e l’alimentazione corretta deve anche essere mirata a nutrire questi protagonisti della nostra vita, per garantire che, i batteri buoni, possano tenere sotto controllo le specie a noi ostili.

Cos’è salute

La nostra salute dipende fondamentalmente dal nostro stile di vita.

La macchina perfetta che è il nostro corpo umano potrebbe ben raggiungere i 120 anni in ottima salute, ma dipende da noi:

  • Cibo sano

  • Attività fisica regolare

  • Riposo adeguato

  • Ricerca della felicità in un contesto sociale nel quale il rapporto di amicizia e di solidarietà abbia un peso consistente.

L’esempio per tutti può essere dato dagli abitanti di IKARIA, isoletta greca del mar Egeo nord-orientale, i cui 8000 abitanti, grazie all’isolamento in cui sono sempre vissuti nei secoli, si sono abituati a consumare solo i prodotti del loro mare e della loro terra, sono molto attivi poiché piace loro nuotare e si spostano per l’isola, ridente e collinosa, sempre a piedi, riposano molto di notte, ma fanno volentieri un riposino anche di pomeriggio e si conoscono tutti, costituendo una bella comunità sempre pronta ad andare in aiuto di chi fosse, eventualmente, in difficoltà, o a riprendere che uscisse dalla retta via. Studiati molto dai medici perché arrivano ai novanta anni senza sapere cosa sia la parola “malattia”, e, felicemente superando in gran parte, e ancora validi, il traguardo dei 100 anni, sono uguali perfettamente a noi. Nessun “gene” della longevità, anzi, se si trasferiscono a vivere in città si ammalano anche loro di tutte le malattie croniche tipiche della nostra società occidentale.

Ambiente e stile di vita, questo conta e questo deve essere il nostro obiettivo.

Cibo e salute

Il professore di alimentazione Michael T. Murray, del John Bastyr College of Seattle (USA) scrive “le ricerche scientifiche più recenti hanno fornito prove inconfutabili sul rapporto tra cibo e salute (ma lo affermava anche Ippocrate nel III secolo d.c. sostenendo che “siamo quello che mangiamo”). Se alcuni alimenti possono provocare malattia, sono numerosissimi quelli in grado di prevenire, e in molti casi guarire, una grande quantità di disturbi fin dalla più tenera età”.

Recentemente è stata dimostrata l'importanza di assumere regolarmente alcuni cibi utili per evitare molti disturbi e proteggere l'organismo: questa convinzione, ormai diventata un fondamento, fino a qualche anno fa non era ritenuta tale.

Infatti, la medicina convenzionale si avvaleva, solamente di farmaci di sintesi e spesso si mostrava scettica nei confronti del cibo e delle sue proprietà, vista la mancanza di prove di efficacia su larga scala. E i medici sono tuttora restii a somministrare consigli di salute, sostituendoli con la somministrazione di farmaci, vedi ipertensione, diabete di tipo 2, ipercolesterolemia e così via. È bene ricordare, comunque, che pur dimostrandosi sempre un valido aiuto per prevenire disturbi e malattie degenerative, alleviare i sintomi e riportare l’organismo a equilibri di salute, l'alimentazione, per quanto corretta, non sempre può sostituirsi alle cure mediche e quindi non dobbiamo demonizzare quello che duemila anni di storia hanno portato a realizzare, il nostro tanto vituperato SSN.

Calorie vuote

Fino a pochi decenni fa, una buona parte delle calorie proveniva da cereali integrali; oggi, con la prevalenza dei prodotti raffinati e degli oli vegetali, zuccheri semplici e grassi rappresentano spesso i nutrienti maggioritari. Una dieta di questo tipo, però, fornisce all'organismo solamente delle “calorie vuote”, chiamate così per far capire la scarsità di micronutrienti (vitamine, sali minerali, phytochemicals ecc.) presenti in queste fonti alimentari. In un simile contesto, assumere una consistente quantità di cibo non è sinonimo di qualità dell'alimentazione, perché comunque si corre il rischio di non apportare le sostanze nutritive necessarie al corretto mantenimento dello stato di salute.

Nell'ambito di una dieta corretta, gli alimenti devono essere assunti con la consapevolezza delle loro qualità, allo scopo di sfruttarne le proprietà nutrizionali.

Infatti, il vero male del nostro secolo, iniziato dopo la Seconda Guerra Mondiale con lo straripare dell’industria alimentare, non è dato dall’eccesso di grassi o di proteine, ma da:

  • Quantitativo esagerato di alimenti

  • Prevalenza di zuccheri (pane, pasta, pizza, dolci, gelati, bevande zuccherate o alcoliche) con richiesta di insulina eccessiva e insorgere di resistenza all’insulina stessa

  • Netta riduzione di consumo di legumi, frutta e ortaggi in genere

  • Quasi totale assenza di noci o semi

  • Utilizzo esagerato di prodotti conservati, di prodotti da forno industriali con aumento quindi del sale, di sostanze estranee, di antibiotici e pesticidi e anti-fungini, di grassi trans derivanti dalle alte temperature di cottura, di nitriti o nitrati.

Questo ha determinato un allontanamento dalla nostra alimentazione ancestrale, alla ricerca dei prodotti della terra e non certo di quelli del supermercato, e un’esplosione di malattie come diabete, obesità e cancro che a questo sono correlate.

Antiossidanti per una corretta alimentazione

Se poi ad un'alimentazione sregolata si aggiungono anche altri fattori come inquinamento, fumo, radiazioni e stress, il funzionamento dell'organismo viene ulteriormente compromesso, per cui viene maggiormente esposto ai processi d'invecchiamento, deteriorandosi ed arrugginendosi. Tutto ciò non ci deve spaventare, perché contrastare questi effetti è possibile: in natura è presente una notevole quantità di cibi antiossidanti, alimenti ricchi di vitamine e minerali, sostanze nutritive benefiche per l'organismo. Alimenti come aglio, carota, cipolla, agrumi, mirtillo e frutti di bosco, pesce, broccoli, tè verde, yogurt, verdure verdi, salvia, rosmarino, origano e spezie in genere, noci, mandorle, semi di lino, di zucca e molti altri devono stare alla base di una corretta alimentazione all'insegna del benessere.

Come alimentarsi

  • Iniziare la giornata con un paio di bicchieri d’acqua, meglio se filtrata, anche con l’aggiunta del succo di mezzo/un limone.

  • Fare colazione con yogurt magro senza aggiunta di zuccheri, in una tazza ove aggiungeremo un cucchiaio da tavola di semi di lino, due cucchiai di muesli di avena, dei pezzi di frutta fresca a piacere, 4 noci o 7 mandorle (non c’è glutine né lattosio), in modo da iniziare la giornata in modo salutare, con un buon apporto calorico e ricchezza di nutrienti, ma pochi zuccheri. A questo si può aggiungere un buon caffè o una tazza di tè verde in piena tranquillità o un succo fresco di frutta.

  • A metà mattina una manciata (30 grammi circa) di noci, mandorle e semi o anche frutta secca (un ottimo mix) e almeno altri due bicchieri d’acqua.

  • Un pranzo con almeno una porzione generosa di verdura cruda e mista (verde, rossa, arancione) con l’aggiunta di un mix di semi, curcuma, poco peperoncino, seguita da un primo di pasta integrale.

  • A metà pomeriggio un altro frutto

  • Alla sera minestrone di verdure o una zuppa di legumi, pesce (o poca carne) e ancora un’insalata mista.

  • Bere circa un bicchiere d’acqua (200 grammi) ogni 7 kg di peso, meglio lontano dai pasti in quanto questo favorisce la digestione e mai dopo cena.

  • Consentiti fino a 30 grammi max. di cioccolata amara (70% o oltre)

  • Consentito un pezzettino di formaggio (20-30 grammi)

  • Consentiti 30 grammi di pane la sera.

  • Consentito un bicchiere di vino la sera.

Le quantità e i volumi vanno rapportati all’età, all’attività fisica, alla temperatura ambientale.

Mangiare lentamente, masticando bene, seduti tranquilli e, possibilmente, in buona compagnia.

Se si fa un pasto fuori casa, tutte le volte che è possibile cucinare la sera prima un po’ più di cibo e portarselo poi al lavoro in contenitori adatti.

Conservare quanti più alimenti sia possibile in contenitori di vetro e non di plastica (acqua minerale inclusa).

Come non impigrirsi

L’attività fisica regolare è molto importante. Usare la bicicletta al posto dell’automobile tutte le volte che sia possibile. Fare passeggiate a piedi almeno di mezz’ora ogni giorno. Almeno due volte la settimana fare un’attività fisica più intensa (aerobica), ad esempio in piscina, a correre, sempre in bicicletta ma con maggior vigore, ovviamente in un crescendo che richiede una progressione di allenamento.

Va ricordato che la cosiddetta sarcopenia (perdita di muscolatura) non è il risultato dell’età ma del non utilizzo dei muscoli, che sono sostituiti da tessuto fibroso. Che nelle persone attive fisicamente l’osteoporosi non esiste (gli astronauti, dopo sei mesi di stazionamento in una navicella spaziale, anche se mangiano Calcio e vitamina D rientrano osteoporotici, per l’assenza di movimento).

Infine, ma forse è l’aspetto più importante: nel gioco degli equilibri la postura riveste un ruolo fondamentale, un piede cavo o piatto, ginocchia valghe o vare, problemi di anca, protrusioni discali, alterazioni delle curve fisiologiche della colonna, ma anche malposizioni viscerali e così via, se non corrette rappresentano spine irritative non indifferenti, per cui è necessario avere molta attenzione in tal senso e ricorrere a specialisti di osteopatia e posturologia per una correzione.

Come riposare a sufficienza

Siamo geneticamente diversi e anche per quanto riguarda il sonno possono esserci differenze, tuttavia 7-8 ore di sonno sono necessarie affinché il nostro organismo ripari tutti i danni che si sono verificati durante la giornata, dal rafforzare piccole cicatrici, disintossicare l’organismo dagli insulti alimentari e ambientali, al riparare errori di DNA che potrebbero portare al cancro. Fare mezz’ora di respirazione addominale o di meditazione (yoga) può aiutare anche i più resistenti ad addormentarsi felicemente.

La cura della persona

Viviamo socialmente, è un bisogno dell’uomo da milioni di anni; tribù nomadi, poi insediamenti agricoli, polis e infine stati. Stare insieme è un bisogno che stiamo dimenticando, di fronte alla fuga nel privato e all’alienazione della televisione e di internet.

E avere amici è necessario, non compagni di sbronze, di uno spritz o di una pizza, ma di persone da conoscere e frequentare, cui confidarsi e dalle quali ricevere confidenze, avere segreti condivisi, passioni e piaceri. Ma anche aiuto nel dolore come in tutte le avversità della vita. Dobbiamo saperci spendere, e mettere in gioco.

Questa è Medicina Funzionale, come Medicina Funzionale è la cura della persona. Non dobbiamo inseguire un mito estetico, contano di più i valori importanti della vita, i progetti, la ricerca di un futuro migliore per noi e per i nostri figli, ma anche il nostro aspetto ha senso e, con buonsenso, anche la gradevolezza di come ci presentiamo, di come curiamo il nostro corpo e il nostro vestire rappresenta un momento di completamento della bellezza del nostro essere umani.

Buona salute!

Alfredo SAGGIORO, MD

Chiara Saggioro, D.Sci., Ph.D.

#alimentazione #salute #benessere #lifestyle #prevenzione

0 visualizzazioni

CONTATTACI PER UN APPUNTAMENTO

Prof. ALFREDO SAGGIORO

Gastroenterologia, Epatologia, Medicina Interna, Medicina Funzionale

 

Dr.ssa CHIARA SAGGIORO

chiara.saggioro@medicinafunzionale.org

Biologa  D.Sci., Ph.D. 

Nutrizionista  Funzionale

PER CONSULENZE CON LA DOTT.SSA SAGGIORO SCIVERE DIRETTAMENTE ALLA SUA MAIL 

PER APPUNTAMENTI PROF. SAGGIORO:

 

CENTRO DI MEDICINA

Viale Ancona 5

Mestre Tel. 0415322500

Treviso Tel. 0422698111


CENTRO MARCONI DUE

Bologna 

Tel. 348.7122608

dalle 10 alle 14 (eventualmente lasciando sms)

STUDIO SIMONACCI

Roma 

Tel.  348.7122608

dalle 10 alle 14 (eventualmente lasciando sms)

BIO-ZONE

Acireale (CT)

Tel. 3205512583

Seguimi su:

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • w-blogger
  • w-rss

© 2023 by Taylor.R. Proudly created with Wix.com