La tua SALUTE

ILa tua salute è un patrimonio importante, che ti è stato dato alla nascita e che hai la responsabilità di conservare. 

Spesso non pensiamo veramente al valore che ha il nostro organismo e a quanto sia importante che ci diamo da fare per mantenerlo in ottime condizioni. Riteniamo che tutto sia legato al "fato". E invece oggi sappiamo bene come la genetica influisca sulla nostra vita solo per il 10% circa (e anche su questa possiamo fare qualche modifica), l'ambiente per il 20%, includendo sotto questa definizione non solo l'inquinamento ambientale da polveri, fumi, radiazioni o quant'altro, ma anche quello alimentare da antiparassitari, antifungini, antibiotici ecc., e quello più indistinto che è lo stress lavorativo, famigliare, personale e anche comunitario e sociale. L'attività fisica, regolare e continuativa incide per un altro 20% e, il rimanente 50% dipende dall'alimentazione, cioè il modo in cui forniamo al nostro organismo i nutrienti che gli sono indispensabili per il mantenimento dello stato di salute. In primo luogo a livello cellulare.

 

Mantenere il Peso Ideale

Per ognuno di noi esiste un peso ideale, non quello delle tabelle che rappresentano solo un dato medio possibile, ma quello che più si addice alla propria taglia, attività fisica, e, più globalmente benessere. Questo non richiede, in genere, alcuno sforzo. Basta condurre uno stile di vita sano e, automaticamente, il peso si adeguerà.

Terapia Nutrizionale

Diverso è il caso in cui, problemi specifici, richiedano comportamenti alimentari specifici. Faccio due facili esempi come la malattia celiaca, o l'intolleranza al lattosio. In questi casi è evidente che alcuni alimenti "devono" essere evitati. Tuttavia, nella maggior parte delle intolleranze, allergie o difetti enzimatici, questo è solo un problema temporaneo che si aggiusta spontaneamente con la cura della salute intestinale.

Le Spese al Supermarket 

Nella scelta degli alimenti, vanno comunque seguite poche regole semplici: meglio cibi freschi, non trattati industrialmente. Meglio alimenti provenienti da coltura o allevamenti biologici. Al supermercato, se fate caso, questi si trovano tutti nei perimetri. Al centro sono presenti invece i prodotti industriali da evitare. E la cucina di casa deve diventare un laboratorio di salute!

Il Diabete

Ma lo sapete che il diabete, durante le due Guerre Mondiali del secolo scorso era praticamente scomparso? Quello che noi dobbiamo combattere è l'eccesso di carboidrati che la cultura contemporanea ci ha inculcato. Non sono i grassi e le proteine il vero nemico, ma l'eccesso di carboidrati (e quanto più raffinati sono, tanto peggio è) che determinano un'eccessiva produzione di insulina e lo sviluppo di quella che oggi viene chiamata insulino-resistenza. Più insulina corrisponde a più grasso e più infiammazione. La vera malattia del secolo!

Struttura della Dispensa

Fare la spesa diventa quindi molto importante. Non devono mai mancare in casa verdure fresche, meglio di stagione, e in abbondanza. Questo vale anche per la frutta, fresca ma anche secca come albicocche, prugne, fichi, datteri. Poi semi (di zucca, di lino, di canapa, di chia ecc.) e mandorle, noci e nocciole. Pesce, meglio pescato e non di allevamento, Carne, meglio se di allevamenti a prato, e poca carne bovina, meglio coniglio, agnello, pollo, tacchino. Otima la selvaggina. Pochi derivati del latte. Pochi cereali: esclusivamente integrali e, possibilmente "antichi" tipo il farro monococco ecc.. Molti legumi, anche secchi. Molte "erbe aromatiche" e spezie: in particolare curcuma, chiodi di garofano, noce moscata ecc.

Nutrizione Pre- e Post-natale

Bisogna ricordare sempre le forti connessioni fra la madre e il bimbo che ha in seno e, durante l'allattamento, per quanto riguarda l'apporto di fattori nutrizionale. Non basta quindi non fumare e non bere alcol, come viene consigliato dai ginecologi, ma bisogna anche evitare sostanze particolarmente allergizzanti come il glutine, le noccioline americane, o grassi trans. Invece, bisogna prediligere omega-3 (che inflioranno anche sulla crescita cerebrale del feto e del bambino) e su "ottimi" probiotici, per rinforzare il suo sistema immunitario e ridurre, ad esempio, il rischio di allergie future.

Terapia Nutrizionale Funzionale

Oggi si parla molto di buona alimentazione, di un apporto corretto di nutrienti. La Nutrizione Funzionale è tutto questo, ma è anche correzione di quelle alterazioni che comportano scompensi al normale funzionamento dell'organismo. Un esempio per tutti sono l'ipertensione o i problemi cardiovascolari. Modificando alcuni parametri alimentari, qualitativamente, e utilizzando, quando necessario, prodotti di nutraceutica per accelerare i processi correttivi.

Nutrizione in Età Pediatrica

I bambini sono il tesoro più prezioso che possediamo, perchè saranno il futuro del mondo, e perchè è possibile crescere una generazione più sana, e quindi con minor rischio di malattie nel corso della loro esistenza, regolando con attenzione alcuni parametri alimentari (e di stile di vita). Uno per tutti, come esempio, è il risultato di uno studio eseguito in Spagna, per cui i bambini che facevano una buona prima colazione erano quelli che, a scuola, riportavno i voti migliori ed erano più attenti, o, se volete ancora, la correlazione fra uso di antibiotici o dieta povera in fibre, o carenza di vitamina D e eventi allergici nella prima infanzia e nel corso della vita.

Alcuni Consigli Rapidi di Salute Nutrizionale e Non

E' più semplice di quello che pensiamo, farsi del bene anche quando non si ha tempo e qui, in breve, alcuni consigli che porteranno grande salute.

1  La mia colazione di ogni giorno!

La sera prima, preparate una macedonia di frutta fresca di stagione, per esempio 1/2 mela, banana e kiwi, senza zuccherare e conservate in frigorifero. Sempre la sera prima, e sempre in frigorifero, mettete un bicchiere con due cucchiai di acqua e un cucchiaio da tavola colmo di semi di lino.

Al mattino: uno yogurt magro non zuccherato tipo Yomo, Coop o Vipiteno o uno yogurt di soia. Mischiate la frutta, i semi di lino, due cucchiai da tavola colmi di muesli e i gherigli di 4 noci, o sette mandorle. Se lo volete più dolce aggiungete un cucchiaino di miele grezzo. Un modo simpatico per iniziare la giornata, nutrire il vostro microbiota, regolare il vostro intestino e prevenire aterosclerosi e cancro!

2  La vitamina C non manchi mai!

Ho conosciuto Linus Pauling, tanti anni fa. Allora 82enne arzillo e, soprattutto lucido. Mi ha affascinato al punto che ogni giorno assumo una bella dosa di vitamina C. Fate come me. Comperate in farmacia un kilogrammo di vitamina C (costa circa 30 € e conviene) e, ogni mattina, assumetene un bel cucchiaino da tè (circa 3 grammi, ma non importa se sbagliate) in acqua tiepida (se fredda fa più fatica a sciogliersi). Non solo il suo potere antiossidante vi proteggerà dai radicali liberi, ma, se soffrite di stomaco, stranamente (ma non troppo) supererete anche questo problema.

3  Anche il Magnesio deve far parte del quotidiano!

Che il Magnesio sia importante e che siamo quasi tutti un po' carenti di magnesio, non devo scriverlo qui. Io, ogni giorno, ne assumo un po'. In questo modo (è la ricetta di un frate della fine dell'800):

Acquistare Magnesio Cloruro, un kilogrammo, in farmacia. Sulla bilancia di casa pesarne 50 grammi e scioglierli in un litro di acqua. Conservare in frigorifero in una bottiglia di vetro.

Ogni giorno assumerne una tazzina da caffè al mattino prima di colazione. E' un po' amaro ma ci si abitua presto. Aiuta le funzioni intestinali, previene l'osteoporosi e l'arteriosclerosi. Se volete che aiuti il sonno prendetelo alla sera, prima di andare a dormire.

 

4  Riposare a sufficienza!

Siamo ormai tutti convinti che una vita frenetica sia inevitabile, che bisogna correre sempre per arrivare primi. Non pensiamo che, se non ci fermiamo a pensare, potremmo essere sulla strada sbagliata? I valori della vita che ci portano a arrivare primi sono altri: nel libro "Lo Zen e il tiro con l'arco" il maestro giapponese dice al suo allievo americano che si affannava a centrare il bersaglio: "non hai capito nulla della vita e della filosofia Zen...non sei tu che scagli la freccia, ma è la freccia che raggiunge il bersaglio...e, dopo essersi bendato, scagliò la freccia e fece centro". Così deve essere la nostra vita, più riflessiva! 

E il sonno deve avere la sua parte importante. Non negatevi mai almeno 8 ore di sonno, allungano la vita e allontanano le malattie.

5  5 pasti al giorno

Siamo nati mangiando ogni tre ore un po'! 8 pasti al giorno, ma come le neo-mamme sono felici quando riescono a dormire la notte, così lo siamo noi. Ma dopo una bella colazione quale quella che vi ho indicato, un pranzo leggero con molti carboidrati vegetali (verdura in abbondanza) e una cena "non pesante" con un po' di proteine (legumi, pesce o anche carne), cerchiamo sempre di interrompere il digiuno assumendo, a metà mattina e metà pomeriggio, un frutto, una manciata di gherigli di noce o di mandorle, o un mix di noci e semi, per un apporto ottimale di fibre, minerali e omega-3. Solo salute!

6

Il pasto: il momento più importante della nostra vita!

Un paziente che lavora in stanze frigorifere mi ha appena raccontato che, a mezzogiorno, si chiude nella sua macchina per mangiare...almeno un ambiente con un po' di calore...Non tutti si trovano, per fortuna in condizioni così estreme. Tutti, invece, dovremmo considerare che quando mangiamo facciamo la cosa più importante della nostra vita e, oltre alla selezione accurata di quello che useremo come cibo, all'attenzione nella sua preparazione, dovremmo fare attenzione anche al modo in cui ci nutriamo: seduti, rilassati, sorridenti, meglio con amici a fare due chiacchiere positive, lentamente, masticando bene. 15-20 minuti, ma che siano un godimento per il corpo e per lo spirito e, soprattutto, un momento di consapevolezza che, in quel momento, ci stiamo facendo del bene!

10 esercizi semplici da ripetere ogni giorno

 Shao-lin.

I primi due esercizi derivano dall'antica cultura dei monaci cinesi e hanno la funzione di riempirvi di energia, e di riequilibrare le funzioni dell'organismo, ma, prima, vanno preceduti da un po' di esercizio di respirazione addominale.

 La respirazione addominale.

Con le mani lungo i fianchi, distesi supini, ma anche in piedi, cominciate a respirare lentamente, in modo da rilassare la muscolatura, poi cominciate un inspirio profondo, sempre lentamente, visualizzando l'aria che passa per le narici, scende in gola, scorre lungo la trachea e, vi gonfia la pancia (le prime volte fa bene farlo da supni con un piccolo libro sull'ombelico, per osservare il movimento di su e giù che deve essere ben presente). Poi, sempre lentamente, espirate attraverso la bocca, a labbra chiuse, sempre visualizzando l'aria che, dalla pancia esce attraverso la trachea e dalla bocca. 10 volte. Qui un esempio: http://youtu.be/sJiHrDeDUIc

 Il primo esercizio dello shao-lin.

In piedi, braccia lungo i fianchi piedi paralleli e divaricati circa all'altezza delle spalle. Unite le mani davanti a voi, parallele alla terra e, inspirando lentamente, come vi ho insegnato prima, portatele sopra il capo. Si chiama "sostieni il cielo", va eseguito 10 volte in completo silenzio e con il pensiero volto al sentirsi parte dell'universo e al proiettarsi verso l'infinito. Anche il tao-chi, altra disciplina cinese presenta modelli analoghi e qui ve ne dò un esempio: http://youtu.be/gDC3cskVxRc

 Il secondo esercizio si chiama "spingi giù la terra".

A braccia allargate, palmo delle mani rivolto verso il basso, sempre ututilizzando la respirazione (inspirando mentre si sale e espirando mentre si scende) piegarsi sule ginocchia, avendo attenzione a tenere ben diritta la colonna vertebrale e rilassate le spalle. Anche qui può valere il filmato precedente, anche se l'esercizio può essere eseguito con piedi parallei a divaricati di 30 cm circa, scendendo con il tronco più in basso possibile. Da ripetere sempre 10 volte e ogni giorno. Nello shao-lin questi due esercizi sono, non solo prodromici a qualunque attività che richieda energia, sia fisica che mentale, ma anche "riparativi" dopo stress fisici o mentali.

 I'm a title. Click here to add your own text and edit me.

I'm a paragraph. Click here to add your own text and edit me. It’s easy. Just click “Edit Text” or double click me and you can start adding your own content and make changes to the font. I’m a great place for you to tell a story and let your users know a little more about you.

 I'm a title. Click here to add your own text and edit me.

I'm a paragraph. Click here to add your own text and edit me. It’s easy. Just click “Edit Text” or double click me and you can start adding your own content and make changes to the font. I’m a great place for you to tell a story and let your users know a little more about you.

 I'm a title. Click here to add your own text and edit me.

I'm a paragraph. Click here to add your own text and edit me. It’s easy. Just click “Edit Text” or double click me and you can start adding your own content and make changes to the font. I’m a great place for you to tell a story and let your users know a little more about you.

 I'm a title. Click here to add your own text and edit me.

I'm a paragraph. Click here to add your own text and edit me. It’s easy. Just click “Edit Text” or double click me and you can start adding your own content and make changes to the font. I’m a great place for you to tell a story and let your users know a little more about you.

10  I'm a title. Click here to add your own text and edit me.

I'm a paragraph. Click here to add your own text and edit me. It’s easy. Just click “Edit Text” or double click me and you can start adding your own content and make changes to the font. I’m a great place for you to tell a story and let your users know a little more about you.

5 Terzo esercizio: per aumentare la forza nelle braccia.

Questi esercizi possono essere eseguiti a qualsiasi età e devono essere commisurati allo stato fisico di partenza. Non è necessario essere a tutti i costi "aerobici", ma è molto più importante comprendere che il recupero fisico non è una gara contro sè stessi, ma un allenamento per arrivare a vivere meglio e più a lungo in piena efficienza fisica: ognuno secondo la sua struttura.