PROTEGGETEVI DALLA PLASTICA


Già in un blog precedente https://manage.wix.com/dashboard/74b6c8a9-5e50-462b-9968-0e683c2d18cf/blog/5e7ae5aa-d974-448a-b934-80f1ab93b99f/edit avevamo sottolineato come la plastica non sia solo un inquinante ambientale. Ora vorremmo portarvi a conoscenza di un altro dato.

Negli Stati Uniti, gli ftalati e altri estrogeno-simili sono responsabili di oltre 100.000 morti premature negli americani più anziani ogni anno. E non solo, ma sono responsabili di tutta una serie di disfunzioni severe che vanno da impotenza a alterazioni del concepimento e del concepito, ad esempio. Ma potete proteggervi facendo un semplice passo. Cerchiamo di spiegarci... Nel corso di una giornata, siete esposti a decine di migliaia di sostanze chimiche sintetiche. Queste tossine sono ovunque: negli alimenti che mangiamo, nei tessuti che indossiamo, negli articoli da toeletta che mettiamo sui nostri corpi, nei nostri dispositivi elettronici domestici e nei mobili su cui ci sediamo. Potreste non pensare al pericoloso effetto farmacologico che hanno sulla vostra salute ... Ma secondo i ricercatori, queste sostanze chimiche quotidiane sono collegate a 107.000 morti premature tra gli anziani ogni anno.[1] Ormai, probabilmente acquistate solo prodotti con etichette come "senza BPA", "senza parabeni" o "senza ftalati". E probabilmente siete felici che queste sostanze chimiche vengano gradualmente eliminate e sostituite.

Vi esortiamo a non farvi ingannare. I ricercatori stanno già scoprendo che le sostanze chimiche che vengono utilizzate in sostituzione, e sono oltre 50, sono altrettanto dannose per la salute. Alcune sono anche peggiori.[2] È facile capire perché. Dopotutto, queste "sostituzioni più sicure" hanno quasi tutte la stessa identica struttura chimica del BPA. È quindi evidente che agiscono sul vostro organismo esattamente nella stessa maniera. Una nuova ricerca su queste sostanze chimiche sostitutive supporta questo ... Uno studio recentemente pubblicato su 171 donne in gravidanza ha riscontrato una crescente esposizione ai sostituti del BPA, Bisfenolo-S (BPS) e Bisfenolo-F (BPF). Vale la pena notare che i passaggi chiave per un sano sviluppo sessuale maschile si verificano durante la gravidanza. Ciò rende crescente l'esposizione a BPS e BPF, entrambi i quali influiscono sulla salute riproduttiva, in particolare per le generazioni future. Ma questi composti pericolosi non sono solo una minaccia per le donne incinte e i loro bambini - ora minacciano tutti noi. È particolarmente preoccupante che siano state condotte così poche ricerche su queste tossine sostitutive, anche se il loro uso aumenta. Ma è già chiaro che non sono alternative sicure.

  • Bisfenolo-S (BPS): Questo composto ha quasi interamente sostituito il BPA. Ma è solo un altro estrogeno-simile, forse anche più potente. È stato anche dimostrato che è un distruttore dell'ormone tiroideo e può anche causare danni al DNA e aumentare il rischio di malattie cardiache.[3,4]

  • Bisfenolo-F (BPF): Un altro sostituto del BPA, questo cugino chimico ha anche dimostrato di avere significativi effetti di interferenza ormonale. Gli studi rivelano che può alterare il peso degli organi, causare danni riproduttivi e alterare l'espressione enzimatica. BPF aumenta anche notevolmente il rischio di obesità.[5,6]

Proteggetevi in un mondo di plastica


Sfortunatamente, il vostro organismo non può tenere il passo con tutti i disgregatori ormonali nel nostro ambiente moderno. Ma ci sono anche buone notizie, Noi, infatti, consigliamo di integrare per aiutare a metabolizzare l'eccesso di estrogeni ed eliminare i disgregatori ormonali dal vostro corpo.

1. SAM-e. Questa molecola promuove l'escrezione di estrogeni contrastando gli effetti della tossicità degli estrogeni. Assumetene 200 mg al giorno per iniziare. Ma aumentate a 800 mg due volte al giorno se un esame del sangue rivela che vi trovate con livelli estremamente elevati di estrogeni.

2. Acido alfa-lipoico. Questo antiossidante ferma i danni da estrogeni nelle cellule e protegge gli organi riproduttivi dall'eccesso di estrogeni. Iniziate con 250 mg al giorno. Ma potete assumerne fino a 600 mg al giorno.

3. DIM (diindolylmetano). Questo nutriente vegetale è un detergente naturale per gli estrogeni e si trova nelle verdure crocifere come cavoli e broccoli. Ma, anche se vi consigliamo facciano parte tregolare della vostra alimentazione, non potete mangiare abbastanza di queste verdure per purificare correttamente il vostro organismo. Integrate con una o due capsule da 100 mg al giorno. Due capsule forniscono tanto DIM quanto due chili di verdure.

È triste pensare che si debba ricorrere a integratori per difenderci dal mondo esterno, ma cominciamo col cercare di evitare quanto più possibile le plastiche usate per contenere alimenti. Il vetro resta il principe, ma anche il consumo di cibi freschi, non preconfezionati e l’utilizzo di sacchetti di carta anche per le verdure è un buon sistema per ridurre questo tipo di inquinamento.


E se volete seguire un programma di disintossicazione alimentare anche usando gli integratori giusti, non esitate a contattarci per una consulenza: csaggioro.nutrizionista@gmail.com

Buona salute

Chiara Saggioro, nutrizionista, B.Sci., Ph.D.

Alfredo Saggioro, M.D.


Riferimenti:

1. Trasande, et al. “Phthalates and attributable mortality: A population-based longitudinal cohort study and cost analysis.” Environ Pollut. 2022 Jan 1;292(Pt A):118021. 2. Betz E. “Many BPA-free plastics are toxic. some are worse than BPA.” https://www.discovermagazine.com/health/many-bpa-free-plastics-are-toxic-some-are-worse-than-bpa. 2020. Accessed on June 22, 2022. 3. Rochester JR, Bolden AL. “Bisphenol S and F: a systematic review and comparison of the hormonal activity of bisphenol A substitutes.” Environ Health Perspect. 2015;123:643–50. 4. Xin F, et al. “Bisphenol A induces oxidative stress-associated DNA damage in INS-1 cells.” Mutat Res. 2014;769:29–33. 5. Jacobson MH, et al. “Urinary bisphenols and obesity prevalence among U.S. children and adolescents.“ J Endocrinol. September 2019:3(9);1715–1726. 6. Rochester, J. R., & Bolden, A. “Bisphenol S and F: A systematic review and comparison of the hormonal activity of bisphenol A substitutes.” Environ Health Perspect. 2015;123(7):643–650.




Featured Posts
Recent Posts
Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic